Resto al Sud

Beneficiari: Il finanziamento a fondo perduto e tasso zero Resto al Sud è dedicato ai soggetti under 56 anni, non titolari di imprese al 21 giugno 2017, né titolari nel triennio ‘15,’16,’17 di altre agevolazioni. Residenti o futuri residenti (entro 60/120 giorni dall’ammissione alle agevolazioni) nelle regioni del Sud Italia:

●     Abruzzo
●     Molise
●     Sardegna
●     Basilicata
●     Puglia
●     Campania
●     Calabria
●     Sicilia
●     Lazio, Umbria, Marche (solo in alcuni Comuni e senza limiti di età)
●     Isole minori marine, lagunari e lacustri del Centro-Nord.

Iniziative ammissibili: nuove imprese, costituite dopo il 21 giugno 2017 o da costituire, in forma di DITTE INDIVIDUALI O SOCIETA’, con sede legale ed operativa nelle predette regioni, fino alla restituzione del finanziamento; Le imprese beneficiarie devono essere costituite in prevalenza numerica e di quote da giovani tra 18 e 45 anni, non titolari di altra attività e/o contratti di lavoro a tempo indeterminato; I soci non qualificati non possono essere parenti entro il 4° grado e devono essere in inferiorità numerica e di quote.

Agevolazioni: Incentivo erogabile per progetto, fino a 200.000,00 euro, (50.000,00 per ciascuna persona fisica qualificata richiedente), di cui: il 50% a fondo perduto + il 50% tasso zero (8 anni, di cui, i primi 2 anni di preammortamento); erogazione su presentazione di fatture non quietanzate; investimenti da effettuare entro 24 mesi dalla concessione delle agevolazioni in max 2 SAL.

Spese ammissibili: investimenti realizzati solo dopo la data di presentazione dell’ istanza in: opere murarie ed assimilate (max 30%); macchinari, impianti, attrezzature nuovi; hardware, software, TIC; mezzi mobili funzionali al ciclo produttivo aziendale; spese di gestione (max 20%).

Istruttoria: 60 giorni dalla presentazione telematica, fino ad esaurimento fondi.

Accedi alla P.A.W.